Arte

 
 
 

Fare arte non è fare bene, non è la perfetta esecuzione di un compito.

Fare arte richiede un continuo esercizio senza volontà, un esercizio che non prevede certezza di successo.

new doc 1Fare arte perché tutta la bravura si dissolva, la fatica svapori, l’impegno non sia rivendicato.

Fare arte inutilmente.

Nell’arte non c’è chi crea e chi ascolta, chi fa e chi accoglie, chi dona e chi riceve.

Nell’arte non si distingue più il movimento dalla stasi, il buono dal cattivo, il giusto dall’ingiusto, il piccolo dal grande, la forma dal significato, il carnefice dalla vittima.

L’arte è un continuo perdonare, è accettare tutto.

L’arte è distinguere con precisione tutte le parti e lasciarle sole, con il proprio peso, con la propria colpa.

L’arte non salva nessuno.

L’arte è la negazione della proprietà, dell’appartenenza, della somiglianza.

Nell’arte l’uno coincide con il molteplice e il molteplice con l’uno.

Nell’arte non si può avere alcunché, non si può essere qualcuno.

L’arte è un corpo eterno, universale.

Dell’arte non si può parlare.

Come si potrebbe parlare dell’assente?

 
 

Illustrazione originale di G. C. Cuevas

 
 
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...